Supporti Tv: migliori prodotti di Gennaio 2021, prezzi, recensioni

Cosa tenere da conto quando si sceglie un supporto Tv

La scelta di un supporto per la propria TV potrebbe sembrare facile, ed in molti casi lo è anche, ma bisogna tenere conto di una serie di variabili che possono fare la differenza tra l’avere semplicemente una TV ‘attaccata al muro’, o fruire in maniera ottimale di quello che resta il fulcro per l’intrattenimento dell’intera famiglia.

Una scelta oculata, infatti, riesce ad ottimizzare l’esperienza della fruizione riducendo al minimo i disagi di tipo fisico, quali lo sforzo, eventuale, di occhi, collo e spalle, facendo in modo di concentrarsi in maniera esclusiva sulle spettacolo al quale si assiste.

Insomma, fare un’analisi spicciola delle proprie necessità quando ci si approccia alla scelta del supporto Tv migliore può portare a sottovalutare le proprie esigenze e gli spazi a disposizione, col risultato di ottenere un risultato non soddisfacente, oppure non adatto. Cerchiamo di capire, allora, come fare la scelta ottimale per riuscire a venire incontro alle nostre necessità specifiche.

Standard VESA e peso dell’apparecchio

Indispensabile per fare la scelta migliore, è tenere in considerazione il peso della TV ed il cosiddetto standard VESA.

Immediato e facile da intuire il motivo per cui bisogna tenere in considerazione il peso della propria Tv: ogni supporto, infatti, è progettato per una ‘portata massima’, superata la quale si rischia di fare dei danni. Se il supporto dovesse rompersi, infatti, distruggerebbe la Tv e tutto quello che incontrasse nella sua ‘corsa’ verso il suolo…

L’altro fatto da tenere presente quando si effettua la propria scelta è lo standard VESA. Un dicitura che sta per Video Electronics Standard Association: una associazione che riunisce ben 225 produttori di Tv, ma anche di monitor per computer. Chi meglio di loro poteva decidere gli standard adeguati per i supporti in grado di sorreggere Tv e monitor?
Per sostenere i nostri apparecchi, le case hanno applicato sul pannello posteriore di ognuno, dei fori, sui quali fissare i sopporti. La distanza tra questi fori, espressa in millimetri, è lo standard VESA che, quindi, deve essere compatibile.

Tipi diversi per esigenze diverse: supporto fisso, girevole o inclinabile

Sugli scaffali di uno store di elettronica, oppure su internet, si possono trovare varie tipologie di supporti. Possiamo, però, suddividerli principalmente in tre categorie: quelli fissi, girevoli oppure inclinabili.

Se c’è una postazione unica dalla quale guardare la Tv, il supporto da parete fisso è la soluzione che fa al caso nostro. Appendere la Tv sulla parete di fronte al divano, per esempio, ci permette di poter guardare lo schermo da una posizione frontale e di fruire delle immagini in maniera ottimale.
Inoltre, si adatta perfettamente ad ogni tipo di arredamento, visto che rimane praticamente invisibile, nascondendosi perfettamente dietro la Tv. Il tutto, ovviamente, in assenza di fonti di disturbo come, ad esempio, una finestra o una lampada posizionata di fronte allo schermo, che riflettendosi sullo stesso potrebbe disturbare la visione. In questo caso, meglio pensare ad una soluzione differente.

Ci si potrebbe orientare, allora, verso un supporto girevole, che permetta di orientare lo schermo a seconda della posizione nella quale, in un determinato momento, si trova lo spettatore. Se, ad esempio, ci trovassimo in una sala da pranzo, che fungesse anche da soggiorno, si potrebbe girare la Tv a seconda che ci si trovi a tavola, oppure seduti sul divano.
La soluzione del supporto girevole permette di orientare la televisione a seconda della postazione in cui si trovano gli spettatori, in modo da adattare l’angolo di visione e renderlo sempre ottimale in base alle proprie necessità.

Supporti tv girevoli

Sempre a seconda della postazione dalla quale si fruisce dell’apparecchio televisivo, si potrebbe decidere di scegliere un supporto inclinabile. Una soluzione indispensabile in tutte quelle situazioni in cui si dispone di poco spazio per posizionare la Tv, o in cui ci sia un dislivello tra lo schermo e la postazione dello spettatore. Succede, ad esempio, negli hotel: la necessità di sfruttare al massimo lo spazio a disposizione impone di fissare il televisore in posizione elevata, spesso addirittura sul soffitto. La possibilità di poterlo inclinare permette così ai clienti di poter comunque avere una visione ottimale dello schermo.
In commercio si trovano modelli di supporto sia girevole che inclinabile: una soluzione che permette di poter fruire del proprio apparecchio praticamente in ogni situazione e che ci toglie dall’imbarazzo quando non siamo sicuri sulla scelta da fare.

Supporti tv inclinabili

Soluzioni alternative: il supporto a colonna da pavimento

Una soluzione alternativa al fissaggio della Tv a parete, è quella di optare per un sostegno a colonna da pavimento. Una soluzione ideale per chi non voglia ‘sforacchiare’ la propria parete, infatti, o magari non disponga di un muro sufficientemente forte da reggere il peso.

Si tratta di una piccola colonna, generalmente in metallo, appoggiata al pavimento tramite un’ampia base, e sulla quale è possibile fissare la Tv. In genere è fissa, ma alcuni modelli presentano delle ruote che permettono gli spostamenti.

Questo tipo di supporto permette, quindi, di poter spostare facilmente la tv all’interno della stanza (fermi restando i vincoli dettati dall’alimentazione elettrica degli apparecchi e dalle connessioni con la varie antenne) qualora si voglia cambiare la disposizione dei mobili.
Ovviamente, la colonna permette di orientare la Tv: sono molti, infatti, i modelli che permettono la funzione girevole, così da indirizzare il televisore verso la postazione in cui gli spettatori si trovano in un determinato momento. Si avrà, per tanto, la possibilità di far rimanere la colonna parallela alla parete, mentre il televisore seguirà gli spostamenti degli spettatori all’interno della stanza.
Scegliere un colonna, infine, è di certo la soluzione che più si lega a fattori di tipo estetico. Essendo elementi di arredo, i vari designer si sono sbizzarriti in tema di forme e di colori. Insomma, se si sceglie una colonna non bisogna solo badare alla sostanza, ma anche alla forma; e se in casa non vivete da soli, cercate di fare una scelta condivisa…

Una considerazione da fare non secondaria, se si sceglie un supporto a colonna, è quella relativa al fatto che tali dispositivi permettono di regolare l’altezza dello schermo. Questo, infatti, viene fissato ad una staffa rigida che corre sulla colonna permettendo, così, di regolare l’altezza. Una delle funzioni più apprezzate da chi sceglie la colonna, è la possibilità, che moltissime case offrono, di occultare i cavi all’interno di appositi alloggiamenti che corrono all’interno della colonna stessa; per una resa davvero piacevole, che conferisce ordine ed eleganza.
E che dire, ad esempio, di decoder, consolle per videogiochi e accessori vari? Naturalmente le case costruttrici hanno pensato anche a questo, e quindi scegliere colonne dotate di mensole su cui appoggiare tutti questi dispositivi. In questo modo si risparmia spazio e non è necessario acquistare un altro mobile dove sistemare il tutto.

L’importanza di materiali, marca e i prezzi

Per quanto riguarda i materiali, la quasi totalità dei dispositivi che si trovano in commercio sono costruiti in acciaio. Un metallo particolarmente resistente ed affidabile ma sufficientemente leggero da poter essere posizionato senza chiamare a raccolta tutta la parentela…

E che dire del brand? Anche se poco conosciuti, molti di essi propongono sostegni che fanno molto bene il proprio dovere. Non essendo un articolo di elettronica, non è indispensabile affidarsi ad una azienda con una solida esperienza alle spalle. Ampia varietà di scelta quindi anche se, per stare bene con la propria coscienza, è consigliabile affidarsi a marchi conosciuti evitando quelli che propongono oggetti a prezzi stracciati.

Passiamo, infine, ai prezzi. E’ possibile trovare supporti per Tv ai prezzi più svariati. Si parte dai 10, fino ai 50 euro. Si sale col prezzo andando a pescare tra i supporti a colonna da pavimento, che permettono di poter fruire, come detto, di comodità extra. Riassumendo, è possibile trovare una qualità decisamente elevata già a 30 euro.

In definitiva, però, visto che parliamo della sicurezza nostra e del nostro apparecchio Tv, forse vale la pena spendere qualche euro in più ed avere la certezza che non ci saranno cattive sorprese.

Back to top
Scelta Supporti TV